Trippin’ Colombia

03 Giu

Di viaggio, di musica, di immagini. Di sguardi dall’alto su vite giù in basso. Di cavalli, di scarpe, di movimento e di lento incedere. Di bambini, di vecchi, di urla e di suoni, di pappagalli e di minotauri, di verde e d’azzurro.

Di psichedelìe e “solitarietà”. Di compagnìe e libertà.

Tags: , , , , , ,

9 Responses

  1. nyx ha detto:

    wow… bello bello bello!! e w i muse delle origini (ora e sempre)…. complimenti x la scelta!

  2. Donquishote ha detto:

    E così abbiamo visto anche il “corridoio 5” della Colombia.

  3. Baltic Man ha detto:

    🙂

    Nyx, avevi mai ascoltato questa versione “latinoamericana” di Muscle Museum??!

    Muse che, TRA L’ALTRO, saranno a Bogotà tra qualche settimana. Robe da matti.

  4. nyx ha detto:

    NOOOO!! anke io voglio rivederli!!! ;( vengo a bogotà…. devi andarci assolutamente!!!
    Cmq nn l’avevo mai sentita, forte!!! Dove l’hai pescata??

  5. Baltic Man ha detto:

    Veramente un bel colpo. Sto evangelizzando la popolazione costegna-colombiana in materia……è possibile un pulmino organizzato per l’evento. E’ possibile.

    Eeeeeh l’aria caraibica influisce sulla musica che si ascolta, questa versione è frutto di un miraggio sonoroauditivo….!

  6. nyx ha detto:

    miraggio? cioè? Bravo evangelizza…. il pulmino? ah,ah! 😉

  7. Baltic Man ha detto:

    Cioè: in questi mesi ho scoperto nuove sonorità, planeti “latineggianti” sconosciuti. E come in un miraggio, in una confusione dei sensi, anche i Muse si sono “latinizzati”!

    Non so se mi spiego.

  8. polispaliano ha detto:

    complimenti per il video e per il blog, per ora tutto qui. Buon concerto (i Muse a Bogotà, dici bene, robe da matti).

Leave a Reply

Diary of a Baltic Man

Real Eyes. Real Lies. Realize.


Ricerca personalizzata