Cose da polli

12 Mag

Sono stato ad una “gallera“, che in altre parole sarebbe un combattimento di galli. Non mi guardar cosi, con ‘sta faccia disgustata: hai ragione. Tutto quello che posso dire a discolpa è che almeno avrò un’immagine concreta della faccenda quando il prossimo libro/film ne parlerà…

Ebbene. Stretti sudati affannati nel centro dello show, c’era questa marmaglia di bestie aggressive, schiuma alla bocca e occhi infuocati, attaccandosi l’uno con l’altro con una violenza primitiva che descrive perfettamente il concetto di “istinti animali”. Uno spettacolo raccappricciante, davvero, e triste è pensare che molta gente, troppa gente, aspetta il sabato sera per trastullarsi con una boiata del genere.

E poi, c’erano i galli. Disgraziate icone dell’immagine di pollo che li accompagna dalla notte dei tempi, lì a scannarsi vicendevolmente tra loro, forti degli arpioni metallici che qualcuno gli ha incollato alle zampe. Senza l’onore di una rivolta disperata contro i loro carnefici, nel frattempo intenti a giocarsi la settimana, la macchina o la moglie tra loro.

Una nota doverosa: una sola donna in quel pollaio collettivo.

Tags: , , ,

7 Responses

  1. Donquishote ha detto:

    Andiamoci piano con gli istinti animali…Gli isitnti animali sono volti alla sopravvivenza, il combattimento per il combattimento non è previsto nel loro codice di comportamento. Ciò che si assiste nelle corride, nelle corse e nei combattimenti dei cani etc. è la degenerazione della superbia dell’uomo (scritto il più piccolo possibile) che si crede padrone del creato…anche di distruggerlo. Voglio pensare che l’assenza del genere femminile dipenda dalla mancanza in esso di tale deleteria superbia se è così forse abbiamo una speranza.

  2. Cournot ha detto:

    Voglio sperarlo anche io ma ho qualche dubbio a riguardo.

  3. Baltic Man ha detto:

    Concordo con voialtri.

  4. ale ha detto:

    …il mio istinto animale barcolla tra misantropia e realtà.
    Non dimenticando che l’evoluzione umana è permessa e guidata dalla natura. Non è casuale che il cervello sia aumentato nel corso dei millenni, che sia arrivato all’attuale livello.
    Somigliamo maledettamente ai virus; abbiamo attaccato gli altri organismi in maniera aggressiva, l’intero pianeta è a rischio dal nostro dilagare.
    Forse non ci rendiamo conto che ogni essere è concepito con uno scopo, un equilibrio naturale, umanità inclusa.
    Oppure tornate a credere in dio………

  5. Baltic Man ha detto:

    ¿¿Chi può sapere SE e DOVE si è già rotto l’equilibrio naturale??
    Il meglio che ci si possa augurare è l’autoestinzione, e guarda caso l’umanità viaggia in direzione opposta.

    E’ un mondo difficile.

  6. Cournot ha detto:

    Parlando di evoluzione:
    http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cronache/200805articoli/32760girata.asp
    Il titolo fa cagare e mezzo articolo pure, ma l’ ultimo paragrafo è rivoluzionario!

  7. Baltic Man ha detto:

    Questo papa è TROPPO avanti.

Leave a Reply

Diary of a Baltic Man

Real Eyes. Real Lies. Realize.


Ricerca personalizzata